Parrocchia Duomo Monselice

Vai ai contenuti

Menu principale:

Schiavonia d'Este

Il Vicariato > Parrocchie

Presbiteri: don Alberto Giacomello (parroco residente a Ca’Oddo).

Abitanti: 802

Indirizzi e recapiti
Canonica:   via Chiesa Schiavonia 4, 35042 Este
Telefono: 0429-690078 - 0429-72837 (abitazione del parroco a Ca’Oddo)
e-mail: parrocchie3@gmail.com

Orari S. Messe

  • Feriali: mercoledì 18; venerdì 16.30;

  • Festive: domenica 9.30 - 11


Feste

  • Titolare: Natività della Vergine Maria.

  • Festa patronale: prima settimana di settembre.


Luoghi sacri minori
Oratorio dell’Immacolata (via Chiesa Schiavonia 6) benedetto il 27 novembre 1910.

Servizi parrocchiali
Scuola dell’infanzia "Sant’Antonio" (piazza Arteselle 1, tel. 0429-709588).

La storia
Il toponimo Sclavania compare per la prima volta in un atto pubblico del 1227. Faceva parte dei beni della curia di Solesino, l’antica corte Elesina, che nel 1282 il marchese Obizzo II d’Este e Ancona donò al figlio Francesco.  È probabile che già prima del Quattrocento esistesse in quella località un monastero o una chiesa dedicata a Santa Maria il cui titolo passò alla nuova chiesa. Questa fu fondata nel 1440 dal nobile estense Francesco, che nel 1458 vendette  con efficacia postuma beni e giuspatronato ai patrizi veneziani Querini. In un testamento di dieci anni più tardi però egli lasciò il giuspatronato ai fedeli di Schiavonia. Ciò scatenò una contesa lunga più di un secolo per l’elezione  del rettore, finché nel 1595 proprietari e abitanti la risolsero con una salomonica alternanza. Dalla visita pastorale del 1614appare che Santa Maria di Schiavonia era diventata parrocchiale e aveva tre altari. Da allora si sono susseguiti nel tempo  numerosi lavori di abbellimento, gli ultimi nel 1841, quando furono costruiti cantoria, organo, balaustre e pavimento in marmo. L’edificio venne consacrato nel 1752. Nel 1937 mutarono i confini parrocchiali con l’annessione di alcune famiglie  di Marendole e Ca’Oddo. Per il futuro è in programma il restauro del tetto e del soffitto.

L’arte
L’altare della Madonna del rosario nella chiesa di Schiavonia d’Este presenta un altorilievo in terracotta dipinta e dorata raffigurante la Madonna del Rosario con Gesù Bambino; l’opera di scuola  veneta è stata realizzata tra Cinque e Seicento. La presenza di un altare dedicato alla Madonna del Rosario è documentata già nella visita pastorale del 1614. L’altare maggiore è anch’esso un bell’esempio d’arte  barocca, decorato con intarsi in marmo nero e scagliola nell’ultimo scorcio del Seicento. Nel presbiterio è collocato un dipinto con la Natività di Maria firmato nel 1636 dal veronese Giambattista Pellizzari. La navata  sinistra è decorata da una serie di lunette rappresentanti i Quattro evangelisti, opera ottocentesca di Giovanni  Carlo Bevilacqua.

Torna ai contenuti | Torna al menu